Loading

La Sindone di Torino
su un corpo martoriato

La Sindone di Torino è stata stesa su un corpo martoriato e ucciso. E’ la conclusione cui sono giunti due istituti del Cnr, l’Istituto Officina dei Materiali (IOM-CNR) di Trieste e l’Istituto di Cristallografia (IC-CNR) di Bari, insieme al Dipartimento di Ingegneria industriale dell’Università di Padova. L’articolo con i risultati della scoperta è pubblicato sulla rivista scientifica american «PlosOne» con il titolo “Atomic resolution studies detect new biologic evidences on the Turin Shroud” (Nuove evidenze biologiche rilevate da studi di risoluzione atomica sulla Sindone di Torino).

L’articolo dimostra come le particelle organiche osservate, per dimensione, tipo e distribuzione, non possano essere degli artefatti realizzati nei secoli sul tessuto della Sindone. La Sindone non è dunque stata dipinta: inoltre lo studio indica che l’uomo deposto nella Sindone è stato vittima di pesanti torture prima di una morte cruenta, in sintonia con quanto i Vangeli raccontano per la morte di Cristo.